UZBee: la piattaforma che ti premia quando condividi ciò che ti piace

Si fa un gran parlare in rete dei cosiddetti “influencer” (sull’argomento vi consiglio questo post di Luca Della Dora), siano essi blogger, opinion leader oppure ambassador più o meno dichiarati (o rappresentanti di tutte e tre le categorie) e delle strategie di coinvolgimento di questi da parte dei brand e marketer con tecniche e modalità non sempre riuscitissime.
È proprio facendo riferimento a questo scenario che oggi voglio parlarvi di un progetto made in Italy che propone una soluzione alternativa per attivare dinamiche di buzzing. Un progetto di cui, a mio avviso, sentiremo molto parlare in futuro: si chiama UZBee e si tratta di un marketplace in cui le aziende incontrano le persone: le prime inseriscono le novità sotto forma di campagne con effetto virale, mentre le persone (in base ai propri interessi) possono condividere questi contenuti sui social network. Semplice no? Se poi queste persone vengono anche premiate economicamente, allora “il gioco” diventa anche più interessante.

Leggi il resto dell’articolo

Bansky: film e nuove opere di street art

Non si può non amare Bansky, lo street artist più famoso e misterioso al mondo!
E non si può spiegare il perchè lo si ami!
Guardando attraverso le sue opere, realizzate con uno stile semplice e unico, si rimane subito folgorati dalla sua interpretazione ironica e sarcastica della società odierna, ma soprattutto, ci si rende conto di alcune dimensioni della realtà quotidiona che abbiamo sempre ignorato o facciamo finta di non comprendere.

Questa volta Bansky, la cui identità e ancora sconosciuta, ha sorpreso di nuovo tutti e lo ha fatto “vestendosi” da regista per girare un documentario sulla street art (autobiografico?), Exit Through the Giftshop ,già candidato all’Oscar.
Questo il trailer:

Ora, dato che il mistero che aleggia attorno a Bansky è sempre fitto, non si può mettere mano sul fuoco sulla paternità di questo movie (!); di certo, però, c’è che in questi giorni Los Angeles è stata invasa da nuove opere di street art del genio inglese e “qualcuno” suggerisce che sono state create proprio per una sorta di promozione del film e dell’imminente cerimonia degli Oscar prevista per il 27 febbraio (ci andrà?).
Potete vedere i nuovi graffiti sul suo sito

In conclusione, Bansky ci ha regalato altre sue perle e questa volta una è da vedere al cinema.
Per me, solo guardando il trailer, ha già vinto l’Oscar 😉

Quando il messaggio è evidente…

alcol + guida = incidenti e morte. Non serve aggiungere altro.

Voto all’ambient marketing: 10!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: